Trieste Città Creativa UNESCO

UNESCO Creative Cities Network è un circuito fondato nel 2004 per promuovere e incrementare la collaborazione fra città che hanno fatto o intendono fare della creatività uno strumento strategico per lo sviluppo urbano sostenibile, avviando contatti, progettualità comune e scambio di buon pratiche del fare attraverso i sette campi individuati dal programma: Musica, Artigianato e Arte Popolare, Design, Media Arts, Gastronomia, Cinema e, naturalmente, Letteratura.

Il Network sostiene gli scambi artistici e il partenariato della ricerca sia con le città della rete che con il settore pubblico e quello privato. In quanto tali le Città Creative contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.


La Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO ha deciso all’unanimità di sostenere la candidatura di Trieste a Città Creativa per la Letteratura.


Il Consiglio Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO il 13 giugno 2019 ha deciso all’unanimità di sostenere la candidatura a Città Creativa per la Letteratura di Trieste che, in caso di affermazione, si affiancherebbe alle altre città creative italiane fin qui designate –Milano per la letteratura, Bologna e Pesaro per la musica, Fabriano e Carrara per l’artigianato, Roma per il cinema, Torino per il design, Parma e Alba per la gastronomia– e alle 180 altre città che si sono unite alla Rete in tutto il mondo, fra le quali centri riconosciuti di creatività letteraria con cui Trieste ha avuto storicamente e mantiene tutt’ora rapporti di collaborazione: Lubiana, Dublino, Praga.

Attraverso questo progetto Trieste si impegna a sostenere gli obiettivi del Network, aumentando la cooperazione internazionale fra le città, sviluppando iniziative che facciano della creatività un motore di sviluppo, rafforzando l’attività dei centri culturali, facilitando l’accesso alla cultura per i gruppi vulnerabili e facendone uno strumento di inclusione sociale.

Contemporaneamente la città otterrà maggiore visibilità a livello internazionale, avrà l’opportunità di scambiare buone pratiche e know-how e di sviluppare progetti sinergici con alcuni dei centri più innovativi in questo campo, e vedrà amplificata l’attrattività economica, turistica, professionale del proprio territorio.

Le Città Creative UNESCO