In occasione della 18a edizione della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, dal 16 al 22 settembre, la città di Trieste è particolarmente attiva, con tantissimi appuntamenti in programma. Scopriteli qui.

La “Settimana” è un appuntamento irrinunciabile per tutte le amministrazioni che vogliono impegnarsi sui temi della sostenibilità e del miglioramento della qualità della vita nelle città, molto sentito a Trieste. Ogni anno milioni di cittadini europei festeggiano la mobilità sostenibile e lanciano un messaggio di cambiamento e di rinnovamento del proprio stile di vita. Tema dell’edizione 2019 è la “mobilità attiva”, intesa prevalentemente come modalità pedonale e ciclistica, con lo slogan “Camminiamo insieme!”. Si punta l’attenzione pertanto sulla sicurezza del camminare e della bicicletta e sui vantaggi che le forme di mobilità attive hanno per la salute e l’ambiente. Tutto questo è in linea con importanti obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, in particolare l’Obiettivo 11, cioè “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”, senza dimenticare l’Obiettivo 3 (“Assicurare la salute e il benessere per tutti”) e l’Obiettivo 12 (“Consumo e produzione responsabili”).
Naturalmente anche la lettura e la scoperta della “Trieste letteraria” aiutano a vivere meglio la città. Basta essere curiosi e andare un po’ più lenti.
Per questo il Comune di Trieste propone due tour gratuiti in tema:

  • Mercoledì 18 settembre “Dispiegando la città di carta”, passeggiata letteraria con Riccardo Cepach del Museo Svevo e Museo Joyce; partenza alle 17.00 dalla Biblioteca Civica.
  • Venerdì 20 settembre “Trieste selvatica”, passeggiata letteraria con Luigi Nacci, autore del libro omonimo; partenza alle 17.00 dalla chiesa di San Giacomo.
  • Sabato 21 settembre “A zonzo per la città”, una camminata per piccoli e grandi per festeggiare i primi vent’anni di attività di Nati per Leggere Trieste con i volontari dell’Associazione Linea Azzurra:, con partenza dalla Biblioteca comunale Quarantotti Gambini alle 16.00.

Camminando. Sì, anche così si sostiene la candidatura di Trieste città della letteratura Unesco!
Tutte le Città Creative infatti sono impegnate nello sviluppo e nello scambio di buone pratiche innovative per rafforzare la partecipazione alla vita culturale e per integrare la cultura nelle politiche di sviluppo urbano sostenibile. In quanto tali le Città Creative contribuiscono al raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.